Nella Vigna del Signore

Carissimi voi tutti, come avrete già notato da un pò di tempo non scrivo più. Questo è dovuto in parte al lavoro svolto per il progetto de Nella Vigna del Signore. Oggi sono qui, oltre che per augurarvi buone feste, per annunciarvi che Nella Vigna del Signore è ufficiale aperto da ieri e cioè è partito ufficialmente dal 25 dicembre 2009. Questo spazio non ha avuto lunga vita, anche perchè il mio lavoro di evangelizzazione è confluito all'interno della Vigna e nel mio spazio personale. Quindi saluto tutti quelli che mi hanno seguito e sostenuto su questo Blog. Se lo vorrete, potete seguirci su:

http://nellavigna.altervista.org

E se volete continuare a seguirmi, potete farlo a questo indirizzo:

http://nellavigna.altervista.org/angolodimik.htm

Ho deciso di lasciare online questo spazio, anche se non sarà più aggiornato.

Ringrazio  Enza, Annalisa, Patrizia, Stella per aver contribuito a far crescere questo spazio che ci auguriamo possa portare buon frutto in Cristo Signore nostro, in particolar modo ringrazio Angel perchè gran parte del lavoro che potete vedere l'ha realizzato lui e a lui vanno i miei più sinceri ringraziamenti.

Grazie Angel, grazie a tutti voi e grazie prima di tutto al Signore Gesù che ci ha chiamati a svolgere questo compito.

Un caro saluto a voi tutti e se lo vorrete ci rivedremo Nella Vigna del Signore.

Mik

Sia lodato Gesù Cristo!

Carissimi voi tutti, oggi sono qui a parlarvi delle tentazioni, nella speranza di poter essere d'aiuto a quelle persone che in preda all'inganno non riescono a venirne fuori.

Traggo spunto dalla mia esperienza personale odierna.
La battaglia contro il maligno è più dura di quanto si possa immaginare. L'angelo decaduto gioca sulle nostre concupiscenze, su ciò che può allettarci e darci un pò di piacere.

E' difficile in quei momenti riuscire a dire di no alle tentazioni, specie quando si crea l'occasione giusta: Lì si scatena la battaglia interiore in cui si sente l'anima sbalzare, tirare da una parte dal bene e dall'altra dal male.
Anche sapendo che Gesù ci è accanto,  anche conoscendo le conseguenze cattive che deriveranno dal peccato, non ci si rende conto in quegli attimi di che cosa stiamo per fare: Si perde il senso della Verità, ci si sente giustificati a compiere l'atto. Ma se si ha un minimo di lucidità, ci si rende conto che quanto stiamo vivendo in quei momenti, è la distorsione operata dal demonio: Ci fa credere che in fin dei conti non è poi così grave fare "quella" cosa, che il Signore ci perdonerà e talvolta ci si può concedere "tale cosa".

Niente di più menzognero: Il Signore Dio ci chiama alla purezza, in qualsiasi secondo, in qualsiasi minuto, in qualsiasi ora, in qualsiasi giorno, in qualsiasi settimana, in qualsiasi mese, in qualsiasi anno, per tutta la vita. Non possiamo concederci di peccare una volta tanto: Siamo chiamati alla purezza perenne.

Arrivati ad un certo punto, si cade in ginocchio davanti al Signore e Lo si prega di liberarci dalla tentazione: Perdiamo la percezione della Sua presenza; Ci sentiamo soli. Combattiamo, da un lato dicendo "no, non devo peccare" e dall'altro il pensiero malevolo si insidia davanti all'occhio della mente e ci fa vedere le immagini malvagie che amplificano la tentazione. Sembra di essere caduti nel peccato solo per aver pensato minimamente di cedere, pur non cedendo e in quei momenti ci si sente ancor più giustificati a cadere: "Beh a questo punto, tanto vale continuare". Invece no! Perchè non si è ancora commesso peccato e se iniziassimo a compiere l'atto a quel punto peccheremmo per davvero e sarebbe troppo tardi: Non si può tornare indietro, l'atto è compiuto: Abbiamo peccato. Invece se lottiamo con tutta la nostra forza e resistiamo alle tentazioni che il demonio va sussurrando al nostro orecchio e va mostrando al nostro occhio, fino alla fine, prima o poi le tentazioni cesseranno e si ha il trionfo dello spirito sulla carne, del bene sul male, della vita sulla morte, di Dio su satana.

Durante la tentazione dobbiamo sforzarci di ricordare di come sentivamo vicini Gesù nella grazia, dei nostri buoni propositi, di tutti i nostri santi desideri, di tutti i doni che il Signore ci ha fatto. Sembrerà in quei terribili momenti di non dar valore a tutte queste cose: Ancora satana sminuisce il bene e ci sussurra di non pensare le cose passate, di dimenticarci di tutto e dedicarci soltanto all'atto impuro e poi ci si penserà. Di nuovo si presenta l'inganno e il rischio di allontanarsi da Dio: La feroce battaglia interiore va intensificandosi, ancora più difficile è il mantenimento del controllo. Si inizia a rifiutare la preghiera, l'aiuto di Dio e ci si avvia lentamente nel peccato. Ma ancora ci si può riprendere: Fin quando l'atto non è compiuto, possiamo ancora tirare fuori le forze e scaraventare satana via dal nostro spazio, lontano dal nostro cuore. Ci si sente sporchi, anche non avendo commesso l'atto, ma se vincitori, lentamente ci si rende conto del rischio che abbiamo corso e che effettivamente non siamo caduti e in tempo ci siamo "svegliati".

Quando meno ce lo aspettiamo, ci capita di trovarci nelle situazioni favorevoli al peccato: Dobbiamo fuggire con tutte le forze possibili dalla tentazione: Entrare in tentazione è come entrare sul campo di battaglia e a quel punto non possiamo più sottrarci al nostro nemico e tocca fare a pugni con lui, senza conoscere l'esito: Ma se ci facciamo aiutare da Gesù e gli chiediamo con Fede di aiutarci, la vittoria è sicuramente nostra.

Il mio consiglio è: Evitate tutte quelle situazioni che possano spingervi alla tentazione e se proprio vi ci trovate al suo interno, chiedete a Gesù e alla Vergine Maria di rendervi simili a loro, nella purezza e nella castità.

Volete sapere come è finita al sottoscritto? Ho riportato la vittoria! Gesù e Maria hanno combattuto al mio fianco e ora sono qui ad umiliare satana, quel viscido verme!

Vi ripeto ancora una volta:
Combattete le tentazioni, perchè voi non volete peccare, non volete offendere Gesù, non volete stare dalla parte di satana, ricordatevi in quei momenti bui che il demonio vi sta ingannando e che voi l'atto non volete compierlo realmente.

Diceva Padre Pio: Combattete da forti per conseguire il premio riservato alle anime forti.

Che umiliazione per satana perdere contro l'anima di un semplice uomo.

Un caro saluto e a presto!

Caldo cristianesimo

Il cristianesimo va vissuto con l'affetto verso il prossimo, con la disponibilità verso chiunque chiede aiuto, con semplicità e umiltà, con rispetto ed educazione. Non con indifferenza, menefreghismo, sulle proprie. "Li mandò a due a due", recita un passo del Vangelo, riferendosi al mandato che Gesù affidò ai Suoi Apostoli. Non è da soli che si costruisce, ma in compagnia. Una casa non si costruisce con le sole proprie mani, ma occorre una squadra di operai. Persino nella Chiesa: Se ci fosse un solo prete, la sua evangelizzazione non raggiungerebbe il mondo intero: Occorrono quindi più preti. Se ci fosse stato un solo Papa nella storia, chi avrebbe portato avanti la Chiesa? Sono stati necessari molti papi nella storia per portare avanti il piano di Dio in Terra. E' in compagnia che si costruiscono le cose. Talvolta non basta nemmeno lavorare assieme, se manca collaborazione, amicizia, rispetto, incoraggiamento. C'è bisogno del sostegno dell'altro, con il suo sorriso, con la sua parola, con le sue gesta. Ma se queste cose vengono meno, verrebbe meno anche il lavoro. Se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si salerebbe, domandò il Signore Gesù. Il sale saporito è la nostra Fede, il nostro amore, i nostri buoni sentimenti che danno sapore anche alle cose più semplici nella vita quotidiana. Ma se la nostra Fede, il nostro amore, i nostri buoni sentimenti, perdessero sapore, con che cosa potremmo salare le cose, il quotidiano? Occorre un cristianesimo caldo, non irrigidito da mentalità mediatiche che spesso portano le persone ad assumere un atteggiamento individualista. La serietà ci dev'essere, altrimenti si rischierebbe di dar poco conto ai valori, ma serietà non vuol dire freddezza o indifferenza, non vuol dire mancanza di rispetto, non vuol dire egoismo, non vuol dire tristezza. Si può essere allegri, vivaci, semplici come i bambini, ma allo stesso tempo guardare con serietà la vita. Con stupore di bimbo e considerazione si deve guardare alla vita. L'uno rende sempre nuova la vita, mentre l'altra da valore a ciò che essa è. Gesù ci invita ad essere come bambini per entrare nel Regno dei Cieli. Solo così possiamo veramente essere umili e non imporci sul prossimo. Ma anche nelle azioni più semplici, possono insorgere invidie verso l'altro, piccoli e invisibili deliri di onnipotenza che ci spingono a considerare noi stessi come esseri migliori del nostro fratello. No! Non è così che ci si deve comportare. E allora sforziamoci di mettere in pratica l'insegnamento di Gesù: Essere come bambini. Allegri, gioiosi, sempre stupiti dalla magnificenza del creato e della grandezza di Dio, sempre umili, sempre piccoli. Chi vorrà essere il più grande tra tutti deve farsi schiavo e chi vorrà essere primo, deve farsi ultimo. Molte volte ci dimentichiamo di questi insegnamenti e Gesù lo trattiamo come la ruota di scorta che solo all'occorrenza tiriamo fuori dal bagagliaio. Invece Gesù va accolto sempre, sempre!! Non ci accorgiamo a volte che lo allontaniamo: "Gesù dice questo, eh ma io non sono pronto per queste cose, ora faccio come mi pare!" oppure semplicemente si chiude il Vangelo perchè è troppo difficile da osservare ciò che è contenuto lì. Ma ciò che è contenuto lì è la nostra salvezza: Solo mettendo in pratica passo dopo passo ogni santa cosa che il Signore ci ha insegnato, possiamo essere perfetti a tal punto da non avere più nessun difetto verso il prossimo. Ma siamo uomini. Siamo solo dei piccoli uomini che senza di Lui, il Cristo, non possiamo fare altro che respirare la polvere e causare pasticci. Sottomissione, umiltà, queste dobbiamo esercitare. Non dobbiamo fare l'errore di fregarcene di tutti, non dobbiamo fare il grave errore di vedere il prossimo come una persona seccante, perchè su quel volto di quella persona è celato il volto di Gesù. Ero affamato e mi avete dato da mangiare, nudo e mi avete vestito, carcerato e siete venuti a trovarmi, malato e mi avete curato. Ogni cosa che facciamo a uno solo di questi piccoli, lo facciamo a Lui, a Gesù!! Se noi trattiamo male il prossimo, trattiamo male Gesù!! E' come quando qualcuno insulta la nostra mamma: Quanto ci addolora. Nostra madre per noi è importante, ecco perchè ci offendiamo se qualcuno ce la insulta. Stessa e identica cosa: Se noi insultiamo il prossimo, offendiamo Gesù, perchè Gesù ama ognuno, proprio come noi amiamo la nostra cara mammina e anzi più di quanto noi possiamo amare. Chi ama la fidanzata e qualcuno parla male di lei,  si sente offeso. Così anche Gesù si sente offeso quando noi parliamo male del nostro fratello, del nostro amico, del nostro conoscente, del nostro compagno di banco, del nostro collega di lavoro, del nostro datore di lavoro, del nostro vicino e della nostra vicina, eccetera, eccetera, eccetera...

Ci vuole un cuore caldo. Gesù ci invita ad essere come Lui: "Imparate da me che sono mite e umile di cuore". Dobbiamo imparare da Lui!! Solo così possiamo veramente definirci degni Suoi fratelli! Solo così possiamo cambiare la vita degli altri. Come Gesù con il Suo amore ha cambiato la nostra vita, noi con il nostro amore se questo è puro come quello del Signore, cambieremo la vita degli altri.

Altruismo e amicizia, non individualismo, non inimicizie, non deliri di onnipotenza, non sentirsi migliore dell'altro chiudendosi nel proprio carattere, nella propria identità. Sì alla Vita, sì all'Amicizia, sì all'Amore, sì al Bene, sì al Prossimo, sì all'Altruismo, sì all'Affetto, sì a Gesù.

La Medaglia Miracolosa

Carissimi voi tutti, oggi sono qui per un breve momento per ricordarvi che oggi è la Beata Vergine della Medaglia Miracolosa.

Vi spiego brevemente e a mie parole:

Nel 1850 circa, apparve la Vergine Santissima a Santa Caterina Labourè.
La Vergine mostrò all'allora suora, un'immagine ovale con sopra delle scritte e una Sua effigie. Chiese a suor Caterina di coniare una medaglia sul modello che vedeva e ha promesso grandi grazie a tutti coloro che la portano, in particolare a chi la porta al collo.

Spero ne abbiate sentito parlare. Ad ogni modo se volete saperne di più, vi basta fare una ricerca su Google.

Vi consiglio fraternamente di procurarvene una e di portarla possibilmente al collo, così come vuole la Santissima Vergine Maria.

Concludo con la preghiera annessa alla Medaglia Miracolosa:

O Maria, concepita senza peccato, pregate per noi che ricorriamo a voi.

Carissimi fratelli e sorelle, innanzitutto vi auguro di trascorrere una buona e santa domenica, anche se siamo già a oltre metà giornata. L'argomento di oggi è inerente all'ateismo, come si può già intuire dal titolo.

Oggi, come tutti voi sapete, il mondo cattolico sta subendo delle violenze fisiche, morali e spirituali. Grazie alle mie esperienze personali e anche a quelle degli altri, ho potuto tracciare il punto della situazione per quanto concerne la fede nel nostro paese e non solo.

Mi è capitato di leggere parole, sempre le stesse tra l'altro, di atei che, pur non credendo in Cristo, continuano ad avversarlo con le loro malsane idee. Quello che io mi chiedo e che anche altri fratelli in Cristo si chiedono, come mai queste persone nonostante la loro incredulità, continuano ad avere un atteggiamento di fastidio e/o irritabilità nei confronti del Crocefisso e di Gesù. Ma la cosa che mi lascia alquanto perplesso, è che esiste un'associazione di atei. Questo mi fa pensare che l'ateismo sia divenuto a sua volta una religione: Oggi infatti gran parte dei non credenti, si vantano di non avere fede e si battono per estirparla dai cuori altrui. Perchè? Se una persona non crede, non dovrebbe combattere le persone che invece credono. Se dunque c'è questa avversità verso la Fede e verso i cristiani, questo mi fa pensare che gli atei sono un'esercito comandato da satana. Così come noi cristiani siamo guidati da Dio, loro e cioè gli atei, sono guidati dai sussurri e dagli impulsi derivati dal maligno. Se prendiamo ad esempio un ragazzo ateo e iniziamo a parlargli male dei suoi idoli, ovvero cantanti, personaggi di cartoni animati, di videogames, di generi musicali, questi vanno su tutte le furie e li difendono con le unghie e con i denti. Ma la musica, i videogiochi, i cartoni animati, sono opere derivanti dalla mano dell'uomo. Mi stupisce che queste persone difendano cose terrene e insultano Dio, il loro Creatore. Gesù Cristo per loro è divenuto il simbolo della debolezza: Chi segue Gesù è debole. Chi segue il metal, i cantanti, le follie e le eresie di questo mondo, invece è definito un "dio". Questo è davvero molto grave e si intravede l'azione del maligno sui giovani ma anche sugli adulti! Naturalmente mi riferisco a quella fascia di persone non credenti. Ci sono infatti tantissimi giovani che come me, ma anche più di me, hanno una grande Fede nel Signore e Lo servono, come ci sono adulti che praticano una vita nella purezza. Detto questo, proseguo. Dunque, perchè i giovani ce l'hanno così tanto con Gesù, con Dio? Non è una cosa normale attaccare i deboli e non è normale prendersela con i credenti. Fra tante cose, perchè la religione per molte persone è una cosa soffocante, qualcosa su cui scherzare sopra? Anche in TV si vedono continuamente scherni nei confronti della religione cattolica. Ci sono alcuni cartoni animati (che definisco osceni per i loro contenuti immorali), quali I Simpson, I Griffin, South Park, in particolare quest'ultimo, che offendono continuamente la persona di Gesù Cristo, introducendone una versione fumettistica. Dietro questi cartoni animati, ci sono sicuramente persone che odiano Gesù Cristo e dietro a queste persone c'è sicuramente il demonio. Il demonio si serve dei produttori i quali a loro volta si servono dei media per diffondere un messaggio cattivo su larga scala, sulla Chiesa e Gesù. Ma non ci sono solo i cartoni animati. Ci sono anche le delle trasmissioni televisive che trasmettono gli scherni nei confronti della Chiesa e quindi di Gesù. Una di queste è una delle più famose, sto parlando di Striscia la notizia. E' un programma molto divertente, oltre ad essere anche interessante per i contenuti e per i servizi che svolgono a favore della popolazione. Ma c'è una cosa che non tollero di Striscia: La satira sulla Chiesa, sul Papa, sui ministri di Dio. Perchè la Chiesa viene continuamente presa di mira per suscitare ilarità? E' sempre il demonio che servendosi dei suoi servi, ha trasmesso un messaggio negativo sul popolo di Dio. L'ateismo è una grande minaccia. Basta vedere dei giovani che si sono creati i loro gruppi o nei casi peggiori i loro eserciti, i loro titoli. Si fanno chiamare chi metallari, chi emo, chi nerd, chi geek, chi naziskin. In passato ho letto che dei metallari e degli emo si sono dati appuntamento in piazza per sfidarsi. Vedete come l'ateismo divide, porta all'odio e alle violenze. Invece Cristo ci chiama tutti per nome e ci mette tutti sullo stesso piano, unendoci, amandoci e facendoci amare fra di noi. Il satanismo nella società moderna si nasconde nella musica, nei film, nei videogiochi, nei cartoni animati, nei fumetti. In passato mi sono interessato all'argomento "Messaggi Subliminali". E' davvero shocckante vedere simboli satanici, massonici, sessuali, all'interno di intrattenimenti per bambini. Gesù Cristo non si nasconde, ma si manifesta a tutti, infatti il bene non ha bisogno di celarsi. Il diavolo invece si cela e le sue cattiverie le diffonde silenziosamente per ingannare quanti ne può, infatti il male non può manifestarsi pubblicamente, altrimenti sarebbe facile da debellare; E' come un virus o una malattia: Piccolo e invisibile, si insinua nelle membra del corpo e lo uccide. Ciò che bene viene gridato sui tetti. Il male invece si nasconde nelle cantine per preparare il suo silenzioso attacco.

L'ateismo fa male soprattutto a chi lo vive: Non sanno che la loro incredulità è la loro condanna. Le loro parole sono il più delle volte incoerenti, fredde e se mostri loro l'evidenza, ecco che la sorvolano. Come è successo a me e ad un'altra persona che personalmente non conosco, ma ho letto le sue parole: Entrambi abbiamo parlato a un non credente del miracolo eucaristico di Lanciano e in entrambi i casi non abbiamo ricevuto risposta. Gli atei cercano di guardare solo dove vogliono guardare loro. Gesù Cristo in un certo senso ci prende per mano e ci porta in alto a vedere il mondo così com'è: E' allora che ci si rende conto com'è veramente il mondo e cosa sta accadendo al suo interno. E' dovere di noi cristiani strappare dalla morte più anime possibili per condurle a Cristo che è vita. A ciascuno di noi è dato il compito di annunciare il Regno dei Cieli. Gesù disse che come il Padre ha mandato Lui, Lui manda noi e chi ascolta noi, ascolta Cristo e chi ascolta Cristo, ascolta il Padre. Così come Cristo è un tutt'uno con il Padre, così noi siamo un tutt'uno con Cristo. Siamo una grande famiglia, siamo La Santa Chiesa Cattolica, il cui capo è Cristo nostro Signore e noi Suoi fratelli e suoi servi, dobbiamo lavorare insieme a Lui!

Un caro saluto e buona e santa domenica a voi tutti!

Sia lodato Gesù Cristo!

Carissimi voi tutti. Torno qui con un breve post per farvi sapere che i lavori procedono.
Stiamo realizzando a poco a poco, quello che sarà un domani, sperando nel Signore, una comunità apostolica virtuale, così come ci siamo prefissi di costruire.

Per visitare la pagina, andate qui.

Rinnovo ancora una volta l'annuncio a chi volesse entrare a far parte del progetto. Saremo ben lieti di accogliervi.

Un caro saluto,
Mik

Sia lodato Gesù Cristo!

Carissimi voi tutti, oggi sono qui a scrivere, per denunciare una realtà opprimente e ingombrante per le vie dello spirito.

In questi giorni, a causa della partecipazione di un transessuale al Grande Fratello, il programma televisivo condotto da Barbara D'Urso, ovvero Pomeriggio Cinque, sta invitando quasi tutti i giorni, uomini o donne, perchè non si sa come chiamarli, che hanno cambiato sesso. Ieri a Domenica Cinque, era ospite Eva Robin's. Oggi, un altro transessuale. Io mi chiedo, dove stiamo arrivando? Vogliono farci credere che cambiare sesso sia una cosa normale. Presentano il male in veste di gioia, di amore, invece è qualcosa che va contro la natura creata da Dio. La televisione commerciale, è il cilindro magico da cui tirano fuori le brutture della società italiana. Sempre più uomini e donne si sentono giustificati a vivere la condizione omosessuale, invece di combatterla. Occhio, qui non si sta condannando il peccatore, ma il peccato. L'omosessualità è una di quelle cose che spesso cade nel vizio, nel peccato. Quanti peccati carnali si compiono tutti i giorni a causa dell'omosessualità.

L'omosessualità non viene più percepita come attrazione verso lo stesso sesso, ma come mezzo per giustificare molti mali, un mezzo per trasgredire, per apparire, per mostrare la propria appariscenza. Gesù Cristo chiama l'uomo all'umiltà e alla castità. Persino un omosessuale è chiamato a mettere in pratica la parola di Cristo, se vive secondo la Sua Legge, ovvero vivendo nella castità e nell'umiltà. Per cui questo post non è un attacco o un pregiudizio, nè un insulto, nè una condanna agli omosessuali, ma una riflessione su come la televisione propaganda questa condizione che sfocia il più delle volte, nel peccato. Oggi la gente è terrorizzata dal parlare di questo argomento, perchè incombe la minaccia dell'arcigay alla querela.
Invece ciò che si deve dire, va detto, senza guardare in faccia a nessuno. La verità fa male, ma è giusta e va detta. Il transessuale insulta il creato e la volontà di Dio. Se è nato uomo o donna, vuol dire che il Signore così ha voluto. Qualcuno potrebbe dirmi che è un problema fisiologico. Appunto, se è un problema fisiologico o anche psicologico, si dovrebbe fare qualcosa per ristabilire l'ordine nella mente. Invece queste persone che cosa fanno? Accolgono questa condizione e si fanno operare per ottenere un corpo simile a quello di una donna, anzichè parlare con uno psicologo o con un sacerdote della sua disfunzione. Un uomo nasce uomo, una donna nasce donna. Se subentra il carattere mascolino o effeminato, vuol dire che qualcosa non è andato come doveva andare: C'è stato quel qualcosa nella crescita che ha influenzato i comportamenti caratteriali. Un transessuale non può essere abbandonato al suo destino, va aiutato, ma non va propagandata la sua condizione, perchè questo potrebbe portare alla rovina la vita stessa di quanti vivono questi problemi e delle loro famiglie. La televisione è il salotto dell'adulterio, è il salotto in cui si da spazio alla concupiscenza residente nelle menti della produzione televisiva ancor prima dei loro ospiti e gli lasciano libero sfogo, con parole e atteggiamenti che definire osceni è dir poco. Non è solo l'omosessualità o la transessualità il problema, ma la sessualità sbagliata in genere. Purtroppo ci sono uomini che uccidono per il sesso, rovinano la loro esistenza.
Credono che avere un partner accanto, sia tutto nella vita: Ecco che insorgono le amarezze, le insoddisfazioni. Nella vita si deve dar posto prima di tutto a Dio! Solo mettendo al primo posto Gesù Cristo, si vive in modo sano la famiglia, la sessualità concessa dal sacro vincolo del matrimonio. Ma senza Gesù e senza i Sacramenti da Lui e dalla Sua Santa Chiesa amministrati, tutto è destinato a marcire e a causare iniquità nel mondo.
Cristo purifica tutto e cambia tutto: Ecco le buone amicizie, le buone opere, una buona e sana condotta di vita. Ma senza Cristo, spesso ci si rivolge a cattive compagnie che fa cadere nel peccato, nel vizio, nella droga, nell'alcol e così si arriva alla morte, non solo quella del corpo.
Chi vive in Gesù Cristo, vivrà in eterno nell'anima e un giorno, come da Lui promesso, anche nel corpo, in un corpo rigenerato, rinnovato e purificato.

Se solo l'uomo comprendesse la grandezza della gioia di vivere senza il peccato, lascerebbe tutto, ma proprio tutto, per unirsi a Cristo Gesù Il Risorto!

Anche io un tempo desideravo una vita di tipo materialistica ed ero sempre infelice, insoddisfatto, spesso mi sentivo annoiato. Da quando ho incontrato Gesù Cristo, la mia vita è cambiata nettamente! C'è gioia, grandissima gioia nel vivere nella grazia e quando si è nel dolore, è dolce e soave soffrire con Gesù!

Oggi la castità e la purezza causano stupore e scandalo e le iniquità invece vengono sbandierate come qualcosa che va fatto. Questo è l'inganno operato dal demonio.

In verità la castità e la purezza sono cose di cui ci si deve vantare, di cui andare fieri, mentre le iniquità, le sozzerie, sono davvero cose di cui vergognarsi!! Personalmente vedo una persona a me vicina che si danna per la materialità. Ma questa materialità propagandata dai media, che cos'è se non un oggetto fabbricato da mano d'uomo e che non può portare ad altro se non all'insoddisfazione e all'infelicità. La grazia invece è opera di Dio e le cose di Dio sono sempre perfette, sante, giuste e buone! Quando si vive nella grazia, nell'osservanza della Divina Legge, anche se si vive una vita fatta di stenti, di amarezze e di insuccessi, si è sempre felici, sempre gaudenti ed è in questa circostanza che si scorge la presenza di Cristo accanto.

Se io uso il computer, non lo faccio perchè sono affascinato o stregato dalla tecnologia, ma lo adopero per una giusta causa. Invece ci sono persone che ahimè anche fra conoscenti, si dannano per il computer e per tutte le tecnologie che allettano l'uomo.

L'uomo cosa è diventato per la "grande industria", questa parassita che succhia i beni lavorati e sudati dalla povera vittima, se non una fonte di guadagno?

Invece l'uomo per il Signore Dio, è figlio da amare tanto da dare la propria stessa vita. Così Egli ha fatto: Si è annientato sulla croce, ha donato tutto se stesso, solo per amore dell'uomo. Nessun essere umano avrebbe attraversato delle sofferenze inaudite, per amor del prossimo. Cristo lo ha fatto. Non dimentichiamoci che Gesù non è stato soltanto inchiodato ad un legno, ma è stato perseguitato già durante la sua vita su questa terra, dai sommi sacerdoti, dagli anziani, dagli scribi, ha sofferto sul Monte degli Ulivi, ha sofferto la terribile flagellazione alla colonna, ha sofferto la coronazione di spine, il lunghissimo calvario verso il Golgota, prima della sofferenza atroce della croce.

Purtroppo c'è ancora chi mette in dubbio la Sua esistenza, c'è ancora chi lo bestemmia, c'è ancora chi lo perseguita nei Suoi discepoli.

Gli uomini della televisione, invece di parlare di Colui che si è spogliato anche per loro, che cosa fanno? Propagandano omosessualità, transessualità e sessualità malvagia.

Carissimi voi tutti, oggi vi linko il blog del nostro carissimo fratello Angel, la cui riflessione è incentrata sul cuore del male odierno: La presenza del maligno nella società: La causa di tutti i mali è soltanto sua. Solo satana può creare questi scompigli. Gli atei sono soltanto succubi delle sue manipolazioni.

Vi invito a leggere la sua riflessione, perchè apre davvero gli occhi su quanto ciò sta accadendo.
Il link alla sua riflessione lo trovate al termine di questo post.

Un caro saluto a voi tutti e in particolare ad Angel.

A presto!

http://amoreperlaverita.blogspot.com/2009/11/ateismo-o-manovra-satanica.html

Carissimi fratelli e sorelle, oggi vi do il lieto annuncio. Ricordate il progetto di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa? Una manciata di minuti fa è nato il progetto. La prima pietra è stata collocata, ora resta da costruirci su. E' un giorno importante, perchè da questo momento siamo chiamati a dare il meglio di noi, come cristiani ed evangelizzatori di Cristo. Rinnovo l'annuncio postato qualche giorno fa:
Chiunque voglia unirsi al progetto, me lo faccia sapere tramite i commenti. Gli unici requisiti sono: Fede e Amore in Gesù Cristo e amore e rispetto per il prossimo, voglia di evangelizzare e di aiutare chi ha bisogno!

Siete tutti invitati a partecipare qualora disponiate di questi requisiti tanto semplici quanto grandi.

Abbiamo bisogno del vostro aiuto, perchè possiamo tutti uniti nel nome del nostro Signore Gesù Cristo, portare la parola di Dio a quanti necessitano di conoscerla e metterla in pratica, per la loro santità e salvezza.

Santi Pietro e Paolo, proteggeteci in questo cammino!

E' un giorno importante anche per la mia famiglia:
Oggi infatti un mio zio è diventato papà. Auguri quindi alla sua famiglia e che Cristo li sorregga e converta i loro cuori, perchè ne hanno davvero bisogno. Non sono qui a spiegarvi i motivi per rispetto della loro privacy. Vi  invito a pregare per loro, perchè possano conoscere Cristo e vivere il Vangelo.

Un caro saluto e sia lodato Gesù Cristo!

L'incontro con Cristo

Gesù è vicino a tutti. La Sua presenza è costante, ma c'è un luogo dove Lo incontriamo nella Sua totale persona: in Chiesa.


Nella preghiera, Gesù Lo incontriamo spiritualmente, ma se noi ci rechiamo in Chiesa, ci andiamo con il nostro corpo, con il nostro sangue e con la nostra anima. La nostra persona totale si trova lì. Anche Gesù, nel banchetto eucaristico si presenta nella Sua totale persona: in Corpo, Sangue, Anima e Divinità. Noi totalmente in Chiesa, Gesù totalmente in Chiesa: Ecco l'incontro totale fra uomo presente in tutto il suo essere e Gesù Cristo presente anch'Egli in tutto il Suo essere.

E' lì che avviene il vero e autentico incontro con Gesù! Purtroppo l'ostia viene vista soltanto come un sottile disco di pane bianco. In verità, quel "sottile disco di pane bianco", diventa il corpo vivente, fresco, risorto di Gesù! Come un tempo per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria, così durante l'Eucarestia, per opera dello Spirito Santo, si incarna in quell'umilissimo pezzetto di pane. L'Eucarestia è un tesoro di un valore incommensurabile. Nessuna cosa nell'universo può eguagliare questo tesoro, perchè quel tesoro è Cristo in persona e Gesù, con il Padre e lo Spirito Santo, viene prima di tutto e di tutti!

L'Eucaristia va vissuta intensamente. Non si deve andare a prenderla per fare bella figura con l'assemblea lì riunita, ma si deve ricevere con totale Fede e consapevolezza che Cristo è lì e si è fatto pane per nutrirci e per aiutarci nei nostri bisogni materiali e soprattutto spirituali!

Gesù non ha mai smesso di farsi pane per noi, perchè Lui ci ama e ci vuole salvi!

Corriamo al Tribunale di Penitenza e andiamo ad incontrare Gesù!

Sia lodato Gesù Cristo!

Carissimi fratelli e sorelle, quante volte un saluto, un sorriso, un abbraccio di un cristiano, ci ha donato la gioia nei momenti bui?

Questa mia brevissima testimonianza che sto per scrivere, ha lo scopo di farvi rendere conto com'è bello sentirsi parte della grande famiglia cristiana cattolica.

Oggi ero un pò nervoso e questo mi faceva sentire interiormente angosciato, perchè non mi ritenevo degno di stare nella casa di Dio con dei sentimenti così avversi alla pace. Che cosa è successo: Quando il prete ha detto "scambiatevi un segno di pace", un'anziana signora è venuta vicino a me, mi ha abbracciato e baciato nonostante non mi conoscesse. Questo mi ha fatto sentire parte di una grande famiglia, mi ha ridonato gioia e spensieratezza e mi ha fatto capire com'è bello e utile aiutare il prossimo, anche solo con un abbraccio, un bacio e un sorriso.

Riscopriamo questi gesti, tanto semplici quanto grandi!

Un caro saluto e vi abbraccio con amore e fraternità.

Mik

Sia lodato Gesù Cristo!

I cari defunti

Anche questo 2 Novembre sta per volgere al termine. Per me questo è un giorno particolarmente caro. Amo i defunti, amo le anime del purgatorio, perchè loro sono un pò come i poveri della terra: Hanno bisogno di unirsi al Padre, sono quindi anche loro bisognosi e la carità che noi possiamo fare loro, è suffragarle con le nostre preghiere.


Oggi al cimitero, non mi sembrava di stare in un luogo di "morti", ma in un luogo dove i corpi di viventi riposano in attesa di ricongiungersi alle loro anime.

Il cimitero è punto di incontro dove gli uomini della terra si incontrano con gli uomini del cielo. Ci si ricorda ancora di più dei cari, in un raccoglimento profondo, pensando che quel corpo che ci ha permesso di abbracciare l'anima del caro, riposa lì e che un giorno lo rivedremo con grande speranza in Cristo.

Preghiamo la Vergine Maria, perchè lei è portatrice di refrigerio per le anime del purgatorio.

Questo post lo dedico a i miei cari defunti, in particolare al mio nonno materno che è scomparso due anni fa e a mio fratello che ci ha lasciati sedici anni fa e che a detta del mio parroco "è santo in cielo".

Un saluto carissimi fratelli e sorelle e un saluto anche a voi carissimi defunti!

L'eterno riposo, dona loro oh Signore e splenda ad essi la luce perpetua. Riposino in pace. Amen.

Sia lodato Gesù Cristo!

Carissimi fratelli e sorelle, da qualche giorno io e il mio amico Angel, abbiamo pensato di avviare un progetto le cui colonne sono Evangelizzazione e Carità. Desideriamo creare una sorta di comunità apostolica virtuale. Cerchiamo quindi persone che abbiano innanzitutto Fede e Amore in Gesù Cristo e Amore per il prossimo, per condividere questo cammino di Santità.


Il progetto da noi desiderato è sicuramente difficile da realizzare, ma con Fede e Amore tutto si può fare, perchè il Signore non mancherà di aiutare i Suoi figli che lavorano per Lui e per il bene del prossimo.

Come già detto, le colonne portanti sono l'evangelizzazione e carità, vale a dire, contiamo di realizzare un portale che possa coinvolgere tanti fratelli in Cristo, capaci di evangelizzare e testimoniare con la propria vita il Signore Gesù. Per quanto riguarda la carità, agli inizi sponsorizzeremo le più importanti ed affidabili associazioni, perchè possa giungere a molti questo grido d'aiuto dei nostri fratelli bisognosi. Contiamo però di raggiungere con l'aiuto di Dio, la possibilità di poter aiutare personalmente quanti hanno bisogno d'aiuto. Questa è sicuramente una delle cose del progetto più difficili da realizzare. Il nostro sogno è quello di poter creare un associazione no profit, ovvero senza scopo di lucro. In poche parole noi materialmente non ci guadagneremo niente. Tutto quello che faremo sarà solo servizio a Dio e per i fratelli. Il Signore Gesù chiama ciasciuno di noi battezzati per costruire il Suo regno in Terra. Lui ha bisogno anche di noi! Come mi ha ricordato qualche giorno fa Angel, la messe è molta, ma gli operai sono pochi. Il Signore ha bisogno di più operai nella Sua vigna! Molte persone oggi si rifugiano dove non dovrebbero rifugiarsi: Nella droga, nelle cattive compagnie, nell'alcol, col risultato di uccidere e di uccidersi. Ma quanti di questi fratelli potevano essere salvati se avessero conosciuto Gesù Cristo? Per cui sia il nostro progetto, un salvagente lanciato a chi sta annaspando nelle cattive acque della società moderna. Anche a noi il Signore ci invita ad essere pescatori di uomini! Anche a noi ci invita alla Santità! Chissà che un giorno potremmo davvero aiutare economicamente chi avrà bisogno di aiuto, ma soprattutto aiutare spiritualmente chi ha bisogno di Dio! Chi vive nella depressione, nella tristezza, non sa che potrebbe uscirne fuori con l'aiuto di Gesù e allora che cosa fa? Va dagli psicologi, si imbottisce di psicofarmaci e va verso la rovina! Invece Gesù Cristo è l'unica vera medicina che non ha effetti collaterali! Questo posso testimoniarlo con la mia vita. Ecco perchè è importante che le persone conoscano Cristo! Perchè Lui è l'unico che può porre rimedio alle sofferenze di questa vita. Solo Lui può trasformare un'esistenza triste e grigia, in un'esistenza sempre gaudiosa e verde e un giorno ottenerci la vita eterna!

Chi vorrà unirsi al nostro progetto, gli basterà lasciare un commento. Ripeto ancora una volta: Gli unici requisiti sono Fede e Amore in Gesù Cristo e Amore per il prossimo!

Ricordiamoci queste parole di Gesù: "Chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, questi è per me fratello, sorella e madre".

Vogliamo essere fratelli e sorelle di Cristo? Facciamo la Volontà di Dio!

Un caro saluto a voi tutti e spero possiamo trovarci tutti insieme riuniti nel nome del Signore Gesù!

Sia lodato Gesù Cristo!


Piccolo aggiornamento

E' possibile ora inserire i commenti ai post. Ringrazio il carissimo fratello Angel per avermi segnalato il malfunzionamento. Buona e santa domenica a voi tutti!



Sia lodato Gesù Cristo!

Paura e Timore.

Quest'oggi, per la precisione qualche ora fa,  ero chiuso in camera a riflettere sulla paura e sul timore.
Per il dizionario italiano, paura e timore sono sinonimi, sono la stessa cosa. Nel "dizionario spirituale" invece, paura e timore sono due cose ben distinte.

La paura, impedisce di agire e di conseguenza non permette la costruzione delle opere buone. Il timore invece, fa temere di commettere azioni malvagie o di offendere Dio e questo impedisce di cadere in peccato.

Noi tutti battezzati abbiamo ricevuto i sette doni dello Spirito Santo durante il sacramento del Battesimo e fra questi c'è il dono del "Santo Timore".

Questo dono ci permette per l'appunto, quando è ben sviluppato, di temere di offendere il Signore e di cadere nel peccato, di diventare cattivi...E questo ci dà la forza di impegnarci a non cadere in tentazione, a non offendere il Signore con bestemmie, a non essere cattivi, ma ci fa sforzare di diventare buoni e questo ci avvicina alla santità e alla salvezza.

Dunque il timore è santo e viene da Dio. La paura invece viene da satana.

Quante volte per paura di imbarazzarci, non abbiamo parlato di Gesù ad un nostro amico. Ecco che la paura, strumento del male, ci ha impedito di fare una cosa buona e giusta.

E quante volte per timore di offendere il Signore, ci siamo inginocchiati davanti a Lui e Gli abbiamo dimostrato la nostra obbedienza, la nostra fedeltà, la nostra umiltà. Ecco che il timore, strumento del bene, ci ha permesso di fare una cosa buona e giusta.

E' importante fare questa netta distinzione e capire se quello che proviamo è paura che possa impedirci di fare del bene o è timore che possa permetterci di migliorare nello spirito.

Un caro saluto a voi tutti carissimi fratelli e sorelle!

Sia lodato Gesù Cristo.

Carissimi fratelli e sorelle, sta per volgere al termine il mese missionario in cui il mondo ha potuto pregare per il mondo. Ogni continente, nazione, città, villaggio, aspetta l'annuncio della buona novella. Quante di quelle nazioni che non conoscono Cristo! Preghiamo per il mondo intero, preghiamo perchè tanti di questi nostri fratelli possano diventare davvero nostri fratelli in spirito, conoscendo Cristo e facendosi battezzare nel nome della Santissima Trinità.

Rivolgiamo anche una preghiera, un pensiero per i nostri cari defunti. Se conoscessimo la realtà del purgatorio, penso staremmo giorno e notte a pregar per loro. Evidentemente non ce ne rendiamo conto abbastanza. Mentre noi siamo qui a camminare da pellegrini, loro in questo momento stanno vivendo le peggiori sofferenze e aspettano di poter entrare nel regno dei cieli, nel regno di Dio. Ho letto che la sofferenza provocata dalle bruciature del fuoco, non è niente in confronto alle sofferenze del purgatorio. Questo ci deve far comprendere quanto soffrano questi nostri cari fratelli defunti e ci deve spingere a pregare per loro! Possiamo fare tanto bene ai defunti nel giorno a loro dedicato! Le anime del purgatorio sono fra i più grandi intercessori e ottengono grandi grazie! Certamente ora non pensiamo di pregare per loro per ottenere favori in cambio. Noi intanto preghiamo per il loro solo bene. Ci penseranno loro ad aiutarci! Una santa disse che ha ricevuto più grazie dall'intercessione delle anime del purgatorio che da altri! Ecco perchè vi dico questo! I santi lo dicono! E se lo dicono loro, allora è così!


Sia per noi il mese missionario che sta per concludersi, motivo di preghiera per il mondo intero e sia per noi il giorno dei defunti, occasione per pregare i nostri cari e anche per tutte quelle anime che non conosciamo, non solo per sentirli vicini, ma anche perchè possano vedere  il Volto Santissimo di Dio! Ci sono delle anime che usciranno dal purgatorio alla fine del mondo. Lo ha detto la Vergine Maria ad un'apparizione a Fatima. Immaginate quindi la pena di queste anime... E' importante pregare per loro! Ricordatevelo! Non vi costa nulla pregare qualche minuto per loro. Hanno bisogno delle nostre preghiere. Vedete, su questa terra noi possiamo pregare non solo per gli altri, ma anche per noi stessi. Lì nel purgatorio è diverso: Non si può pregare per ridurre la propria pena, come possiamo fare noi qui. Ecco perchè loro necessitano delle nostre preghiere. Soltanto noi possiamo chiedere al Signore di ridurre la pena di queste anime o meglio ancora di liberarle da lì e portarle in paradiso. Ogni volta che noi preghiamo per loro, gli diamo tantissimo sollievo! La Madonna va lì a portar refrigerio a questi nostri cari fratelli. Lo si può leggere anche nel Diario di Santa Faustina Kowalska che troverete qui:
http://gesu.altervista.org/doc/kowalska/diario.html


Di Suor Faustina vi parlerò in seguito.


Siano portati in cielo tutti i defunti del purgatorio!


Un caro e fraterno saluto e buona e santa notte a tutti voi!


Sia lodato Gesù Cristo!

Quanti di noi, nella vita, si sono imbattuti in diverse difficoltà causa di sofferenze corporali, morali e spirituali?
Tutti. Nessuno può fuggire dal dolore, tutti indistintamente siamo chiamati a soffrire contro volere.

C'è sofferenza per la perdita di un caro, per la perdita dell'amore, perdita di salute e quante di quelle cose si possono elencare. Ma per ogni tipo di sofferenza che sia sentimentale, corporale, spirituale, mentale, c'è una sola consolazione: Gesù Cristo.

"Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi e io vi ristorerò".

Questo ci dice Gesù da duemila anni.

Quante persone sono corse a Lui in tutti questi secoli e hanno trovato riposo per le loro anime inquiete!

Personalmente, ogni volta che ho vissuto questo tipo di sofferenze, non mi è mai mancata la consolazione del Cristo Risorto. Lui consola da tutti i tipi di sofferenza e dolore: Dal più piccolo al più grande. Non fa mai crollare la casa di colui che ha costruito sulla roccia, di colui che vive con, per, in Cristo.

Ci sono momenti in cui viene da pensare: "Signore, perchè mi hai abbandonato?", perchè grande è la sofferenza e straziante il dolore. Ma Gesù non abbandona, ma anzi, sorregge in quei momenti difficili. Passato un pò di tempo, ci si ritrova gaudenti più di prima ed è allora che l'uomo pensa: Gesù, Tu mi hai consolato, Ti ringrazio mio Signore!

Se è vero che Dio mette alla prova le anime elette ponendole nella sofferenza, è anche vero che la Sua consolazione non tarderà ad arrivare. Colui che apre le ferite, sarà in grado di richiuderle e rimarginarle, diceva Padre Pio. E' proprio vero. Sappiate voi che siete affaticati e oppressi che il nostro Signore Gesù Cristo non vi ha abbandonati. Pregatelo, pregatelo, pregatelo. Troverete ristoro per le vostre anime, perchè Lui l'ha promesso e le Sue promesse sono eterne e saranno sempre compiute, presto o tardi, ma sempre. L'informazione telematica ci mostra un quadro sconcertante: Molte persone sono stanche di vivere e rinunciano a questo stupendo e bellissimo dono di Dio che è la vita. La prima cosa che mi viene in mente quando leggo queste notizie è: Perchè non hanno camminato con Cristo, ecco il motivo di tale gesto. Solo Lui dà la gioia e la voglia di vivere, soltanto Lui. La Pace e la Gioia che Egli dà è sempre nuova e fresca. Non come le gioie del mondo che sono destinate a passare. Il mondo passa, ma Gesù Cristo non passa. Mi sento in dovere di dire a chi vive qualsiasi sofferenza, QUALSIASI, quindi anche quelle che apparentemente sembrano piccole o inutili, di rivolgersi a Cristo: Troverete sempre conforto! Non c'è situazione dolorosa che non passi con l'aiuto di Gesù. Molte persone soffrono perchè hanno perso il loro partner, l"'amore" della loro vita. Ma solo Gesù è l'unico e vero Amore nostro. Il primo amore è dunque Cristo: Lui ci ama fin dall'eternità e ci amerà per sempre. Non mancherà di consolare i Suoi amati. Non legatevi ad uomini e a precetti di uomini, ma unitevi a Colui che veramente vi ama, seguite i precetti di Gesù, quelli che conducono a vita eterna. Se state soffrendo...

... dunque, che ci fate ancora qui? Correte davanti a Gesù Sacramentato!

Un caloroso e fraterno saluto a tutti coloro si imbatteranno in queste umilissime pagine.


Questo secondo intervento, a distanza da sei giorni dalla nascita di questo blog, è motivato dal farvi sapere che non ho rinunciato a questo progetto. Ci sono da capire un pò di cose prima di giungere al completamento di questo spazio. Nel frattempo non mancherò di postare, una volta tanto, qualche mia riflessione.

Concludo questo mio breve intervento, con una semplice ma significativa frase di San Pio da Pietrelcina:
"Tutti siamo chiamati dal Signore a salvare anime".

Questo dimostra ancora una volta, anche se già si sapeva, che tutti noi battezzati siamo chiamati ad evangelizzare, a testimoniare con la propria vita la presenza di Cristo perchè anche gli altri possano essere avvolti dalla luce di Gesù e camminare verso la santità e la vita eterna.

Buona vita a tutti.

Un saluto a voi tutti, cari lettori in giro per la rete. Oggi, animato da un profondo desiderio di evangelizzazione, apro queste pagine, chiedendo la benedizione della Santissima Vergine Maria Madre di Gesù nostro Signore e Madre nostra, per darmi la forza di continuare questa missione di portare la parola di Gesù a più persone possibili. Questo blog nasce con la speranza di far conoscere Cristo a quanti sono alla ricerca di Dio e soprattutto a coloro che avversano la Santa Madre Chiesa Cattolica. Lo scopo è semplice: Evangelizzare per la Gloria di Dio, per la mia e altrui salvezza. Camminiamo insieme verso Gesù, insieme alla nostra tenerissima Madre, Maria, la Vergine Potente. Nessun male può resistere a Lei, la Madre di Gesù, resa onnipotente per grazia.


Ci sarà molto da fare. Come si può notare, queste pagine sono scarne e hanno bisogno di tempo prima che possano diventare uno spazio degno di ospitare la parola di Dio.

Ringrazio un caro fratello, il suo pseudonimo è Angel. Attraverso le sue pagine e grazie alla sua disponibilità, ho potuto finalmente mettere in pratica l'evangelizzazione. I motivi che mi spingono a creare una mia pagina personale è semplice: Tanta voglia di parlare di Cristo e della Santa Vergine Maria ai fratelli. Chiedo la protezione del Santo Arcangelo Michele e di San Pio da Pietrelcina ai quali sono profondamente devoto. Possano anch'essi sostenermi in questo cammino.

Inauguro quindi queste pagine con la preghiera che ci ha insegnato Gesù, nostro Signore e Salvatore e con le preghiere alla nostra Regina:

Padre Nostro che sei nei cieli,
sia santificato il Tuo nome.
Venga il Tuo Regno. Sia fatta la Tua Volontà,
come in cielo, così in Terra.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
rimetti a noi i nostri debiti,
come noi li rimettiamo ai nostri debitori e
non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.
Amen.

Ave oh Maria, piena di grazia, il Signore è con Te.
Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto
del Tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra
morte. Amen.

Salve oh Regina, Madre di Misericordia. Vita, dolcezza
e speranza nostra, salve.

A Te ricorriamo, esuli figli di Eva. A Te sospiriamo, gementi
e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù, dunque, Avvocata
nostra. Rivolgi a noi gli occhi Tuoi misericordiosi e mostraci
dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del Tuo seno.
O clemente, o Pia, o dolce Vergine Maria.

Sia lodato Gesù Cristo.

Post più recenti Home page

 

Virgo Potens © 2008. Blogger Template by Blogcrowds