Carissimi voi tutti, oggi sono qui a parlarvi delle tentazioni, nella speranza di poter essere d'aiuto a quelle persone che in preda all'inganno non riescono a venirne fuori.

Traggo spunto dalla mia esperienza personale odierna.
La battaglia contro il maligno è più dura di quanto si possa immaginare. L'angelo decaduto gioca sulle nostre concupiscenze, su ciò che può allettarci e darci un pò di piacere.

E' difficile in quei momenti riuscire a dire di no alle tentazioni, specie quando si crea l'occasione giusta: Lì si scatena la battaglia interiore in cui si sente l'anima sbalzare, tirare da una parte dal bene e dall'altra dal male.
Anche sapendo che Gesù ci è accanto,  anche conoscendo le conseguenze cattive che deriveranno dal peccato, non ci si rende conto in quegli attimi di che cosa stiamo per fare: Si perde il senso della Verità, ci si sente giustificati a compiere l'atto. Ma se si ha un minimo di lucidità, ci si rende conto che quanto stiamo vivendo in quei momenti, è la distorsione operata dal demonio: Ci fa credere che in fin dei conti non è poi così grave fare "quella" cosa, che il Signore ci perdonerà e talvolta ci si può concedere "tale cosa".

Niente di più menzognero: Il Signore Dio ci chiama alla purezza, in qualsiasi secondo, in qualsiasi minuto, in qualsiasi ora, in qualsiasi giorno, in qualsiasi settimana, in qualsiasi mese, in qualsiasi anno, per tutta la vita. Non possiamo concederci di peccare una volta tanto: Siamo chiamati alla purezza perenne.

Arrivati ad un certo punto, si cade in ginocchio davanti al Signore e Lo si prega di liberarci dalla tentazione: Perdiamo la percezione della Sua presenza; Ci sentiamo soli. Combattiamo, da un lato dicendo "no, non devo peccare" e dall'altro il pensiero malevolo si insidia davanti all'occhio della mente e ci fa vedere le immagini malvagie che amplificano la tentazione. Sembra di essere caduti nel peccato solo per aver pensato minimamente di cedere, pur non cedendo e in quei momenti ci si sente ancor più giustificati a cadere: "Beh a questo punto, tanto vale continuare". Invece no! Perchè non si è ancora commesso peccato e se iniziassimo a compiere l'atto a quel punto peccheremmo per davvero e sarebbe troppo tardi: Non si può tornare indietro, l'atto è compiuto: Abbiamo peccato. Invece se lottiamo con tutta la nostra forza e resistiamo alle tentazioni che il demonio va sussurrando al nostro orecchio e va mostrando al nostro occhio, fino alla fine, prima o poi le tentazioni cesseranno e si ha il trionfo dello spirito sulla carne, del bene sul male, della vita sulla morte, di Dio su satana.

Durante la tentazione dobbiamo sforzarci di ricordare di come sentivamo vicini Gesù nella grazia, dei nostri buoni propositi, di tutti i nostri santi desideri, di tutti i doni che il Signore ci ha fatto. Sembrerà in quei terribili momenti di non dar valore a tutte queste cose: Ancora satana sminuisce il bene e ci sussurra di non pensare le cose passate, di dimenticarci di tutto e dedicarci soltanto all'atto impuro e poi ci si penserà. Di nuovo si presenta l'inganno e il rischio di allontanarsi da Dio: La feroce battaglia interiore va intensificandosi, ancora più difficile è il mantenimento del controllo. Si inizia a rifiutare la preghiera, l'aiuto di Dio e ci si avvia lentamente nel peccato. Ma ancora ci si può riprendere: Fin quando l'atto non è compiuto, possiamo ancora tirare fuori le forze e scaraventare satana via dal nostro spazio, lontano dal nostro cuore. Ci si sente sporchi, anche non avendo commesso l'atto, ma se vincitori, lentamente ci si rende conto del rischio che abbiamo corso e che effettivamente non siamo caduti e in tempo ci siamo "svegliati".

Quando meno ce lo aspettiamo, ci capita di trovarci nelle situazioni favorevoli al peccato: Dobbiamo fuggire con tutte le forze possibili dalla tentazione: Entrare in tentazione è come entrare sul campo di battaglia e a quel punto non possiamo più sottrarci al nostro nemico e tocca fare a pugni con lui, senza conoscere l'esito: Ma se ci facciamo aiutare da Gesù e gli chiediamo con Fede di aiutarci, la vittoria è sicuramente nostra.

Il mio consiglio è: Evitate tutte quelle situazioni che possano spingervi alla tentazione e se proprio vi ci trovate al suo interno, chiedete a Gesù e alla Vergine Maria di rendervi simili a loro, nella purezza e nella castità.

Volete sapere come è finita al sottoscritto? Ho riportato la vittoria! Gesù e Maria hanno combattuto al mio fianco e ora sono qui ad umiliare satana, quel viscido verme!

Vi ripeto ancora una volta:
Combattete le tentazioni, perchè voi non volete peccare, non volete offendere Gesù, non volete stare dalla parte di satana, ricordatevi in quei momenti bui che il demonio vi sta ingannando e che voi l'atto non volete compierlo realmente.

Diceva Padre Pio: Combattete da forti per conseguire il premio riservato alle anime forti.

Che umiliazione per satana perdere contro l'anima di un semplice uomo.

Un caro saluto e a presto!

3 commenti:

Buon Giorno Carissimo Mikael

Ongni tanto mi sommo ai tuoi preziosi pensieri, con delle mie personali riflessioni.

Hai perfettamente ragione, bisogna stare attenti ai tranelli psicologici e materiali che possono volutamente intaccare il nostro sincero cuore dal demone interiore che come un personal trainer ci sottopone continuamente a delle prove da superare..

siate amorevoli come le pecore e attenti come i serpenti

Questa Attenzione è anche necessaria rivolgerla anche e soprattutto DENTRO DI NOI. È la tecnica dell'agguato del Negual Don Juan riportata da Costaneda, Prendere consapevolezza dei meccanismi meccanici del corpo e dell'ego, per svegliare la propria coscienza interiore. (che stranamente dorme anche di giorno), Gli stessi insegnamenti di Gudjieff e di tanti Saggi Osservatori Attenti, di Tanti Saggi Maestri di ogni tempo. Cosi' come anche e soprattutto il Venerando Maestro Gesù ne parlava.

Non c'è niente di diabolico che è fuori di noi, tutto è già presente nella natura animica/spirituale dell'essere umano, basta accostarsi all'amorevole cuore, con il divino intelletto per osservare quelle forze egoiche interiori che se capite e trascese possono essere trasformate in forze armoniose del creato.

Solo conoscendo se stessi l’essere umano potrà amare il prossimo e i suoi fratelli. E’ per questo che l’essere umano deve pervenire prima o poi a quella conoscenza intuitiva animico/spirituale che lo pone nello stato dell’essere, per vincere i suoi guna inferiori, per dominare il suo DEMONE INTERIORE (Arimanne/Materia l’aspetto maschile) e predisporsi per accogliere quella luce spirituale dell’ANGELO DELLA PRESENZA (Lucifero/ portatore di luce, l’aspetto femminile) affinché quel raggiunto equilibrio possa trasmutare queste necessari forze opposte in forze creatrici che furono donate / impiantate geneticamente con L’ALBERO DELLA CONOSCENZA DEL BENE E DEL MALE. Solo in questa fusione ri-nasce l’IO Superiore, la celata paterna/materna figliolanza, la divina DEITA’. Come disse GESU’ “Solo quando due sarete uno le porte del padre celeste vi saranno riaperte” solo quando metterete in atto con tanto amore questa verità si potrà tornare come un figliol prodigo alla casa del PADRE CELESTE.
Con Tanta Stima
Raffaele

lunedì 7 dicembre 2009 09:39:00 CET  

Buon Giorno Carissimo Mikhael,

Sotto quel focolaio domestico che tanto ci accomuna e contemporaneamente ci allontana da tanti altri cari fratelli che meno agiati e fortunati vivono questa esperienza di vita, in questo periodo particolare della natale nascita di tanti esseri superiori, con quella particolare luce astrale, quel sole di mezzanotte visibile ai grandi iniziati di ogni tempo ci saranno anche le nostre meravigliose guide spirituali, i nostri meravigliosi angeli custodi che guidano e accarezzano sempre il nostro cieco e sordo cuore.

Dal Profondo del Mio Cuore e dal Cuore del Mio Immenso Amore
un Sincero Sentito Augurale Caloroso Buon Natale e un Buon Anno Nuovo al Tuo Prezioso Saggio Cuore e al Cuore dei Tuoi Cari Immensi Amori Terreni e Celestiali.

martedì 22 dicembre 2009 15:14:00 CET  

Sereno Natale

mercoledì 23 dicembre 2009 22:23:00 CET  

Post più recente Post più vecchio Home page

 

Virgo Potens © 2008. Blogger Template by Blogcrowds